Leonardo Signori è l’artista del Drappo del XXIX Palio del Vecchio Mercato

Dopo il grande successo dello scorso anno, l’Ente Palio, in collaborazione con la Dodicesima Contrada ha affidato la scelta dell’artista del Drappo del XXIX Palio del Vecchio Mercato ad un bando pubblico.

Oltre 20 le opere ricevute quest’anno in circa due mesi di apertura del bando: artisti ma anche appassionati, di Montebelluna e non, hanno deciso di farci vedere il Palio con i loro occhi.

“Siamo davvero soddisfatti” – commenta Nicola Palumbo “sono giunte, in questi mesi, opere davvero belle e cariche di significati. L’apertura di un bando aperto al pubblico si è rilevata una scelta azzeccata: sia il numero delle opere che il livello artistico sono stati in sensibile aumento, con un’attenzione crescente riscontrabile anche nei social network. Le attività legate al drappo sono le prime ad iniziare, verso Febbraio, e le ultime  terminare, con la chiusura della mostra a metà settembre, grazie, quindi, ad Alice Lalumera, a Monica Cella e alla commissione di giuria tutta per il lavoro e l’impegno profusi in questa iniziativa.”

La commissione formata dall’ Assessore alla Cultura Debora Varaschin, Gilda Scarcia, artista del drappo 2017, Flavio Montagner, stimato artista locale, Alice Lalumera, studentessa magistrale in Storia dell’Arte e Maria Elisa Bortignon, tecnica del restauro, ha scelto per l’anno corrente un Drappo innovativo, ideato e realizzato da un giovane Montebellunese.

E’ Leonardo Signori, classe 1990 (come il Palio), grafico di professione, con un Bachelor of Arts in Comunicazione Visiva conseguita presso la Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana e vincitore del Premio Talenthesis come migliore tesi di Comunicazione Visiva con la pubblicazione “Il libro come forma transmediale”.

Leonardo: “Credo che dare l’opportunità ad un artista di esprimersi attraverso le proprie capacità sia una cosa preziosa. Il palio è sempre stata per me una manifestazione della quale la nostra città può andare fiera. È un evento creato e portato avanti dai cittadini stessi che si prestano a compiere un sevizio per la propria città. Parteciparvi attivamente e vedere premiato il mio drappo è una soddisfazione non solo per il mio lavoro come grafico ma soprattutto in quanto cittadino di Montebelluna. La sfida più difficile è stata quella di riuscire a rappresentare l’unione, la festa e l’identità in una singola immagine. Vedere riconosciuta l’innovazione della mia proposta che comunque mantiene i caratteri della tradizione, ha significato molto per me.”

I lavori di Leonardo, e quelli dei primi 3 classificati saranno esposti alla Mostra allestita presso l’Ex Pretura di Montebelluna dal giorno 25 agosto al 15 settembre 2018.

Alice Lalumera, responsabile dell’iniziativa: “Siamo orgogliosi di presentare quest’anno un’opera che, rimanendo comunque strettamente legata al tema storico della manifestazione, sia in grado di trasmettere genuinità, talento, cambiamento ed emozione. Il Drappo 2018, realizzato dal giovane artista montebellunese Leonardo Signori, colpisce infatti per il suo forte carattere e per la sua avvincente immediatezza. Una vittoria, quella di Leonardo, decretata dalla commissione secondo tre parametri: aderenza al tema, originalità e tecnica. Felici per le numerose candidature arrivate quest’anno, più di venti, ringraziamo tutti gli artisti che hanno partecipato con entusiasmo al bando, in particolare la cooperativa Vita e Lavoro di Montebelluna a cui è stato assegnato dalla giuria il premio come miglior creatività. In mostra all’Ex Pretura che inaugurerà sabato 25 agosto, insieme ai lavori di Leonardo, si potranno ammirare le opere dei due finalisti Rino Sartena e Roberta Comacchio che rimarranno esposte fino al 15 settembre e che assieme daranno vita forma e colore alla XXIX mostra del Palio del Vecchio Mercato.”

Assessore alla Cultura Debora Varaschin: “Il successo del Bando con molti artisti che hanno aderito all’iniziativa, fa comprendere come questo evento sia sentito e di come in varie forme che passano dal volontariato, alla sponsorizzazione ed appunto alla realizzazione del drappo, simbolo dell’edizione, vogliano far parte, lasciare in un qualche modo la propria impronta, in quello che di fatto è divenuto con il trascorrere degli anni, l’appuntamento più atteso della città, non solo per la competizione, ma per il clima di unità, condivisione che si crea in quei giorni. Come Assessore alla Cultura e al Turismo non posso che essere orgogliosa di come questa manifestazione si sta evolvendo e immagino come lo trascorrere del tempo, porterà questa iniziativa a divenire vera e propria tradizione e memoria per una storia che di fatto è la nostra città, il mercato. Il drappo quest’anno ha un impatto davvero importante, un modo immediato di dire senza parole quello che il Palio. Inoltre è bello pensare che l’artista autore sia nato esattamente nello stesso anno in cui un gruppo di amici al bar, memori di dove era ubicato in origine il mercato, hanno pensato ed ideato questa straordinaria manifestazione.”

Per vedere l’opera bisognerà attendere fino al 5 luglio 2018, data della presentazione ufficiale del XXIX Palio del Vecchio Mercato.