Il Centenario al Palio di Montebelluna

Il Palio del Vecchio Mercato, che si terrà a Montebelluna dal 29 Agosto al 3 Settembre, ricorda il Centenario della Grande Guerra con due eventi: il Palio del Centenario e la sfilata del Centenario.

Il Palio del Centenario consiste in una competizione, creata sul solco di quello che già da tanti anni si organizza tra le Contrade di Montebelluna durante il Palio del Vecchio Mercato, tra squadre rappresentative dei comuni limitrofi al territorio Montebellunese.


Si svolgerà, Sabato 1 Settembre dopo le qualifiche del Palio del Vecchio Mercato.

Il percorso sarà lungo 1 km (dal Municipio alla chiesa di Santa Maria in Colle, da svolgersi spingendo un carro di peso non inferiore  a 380kg. Ogni carro potrà essere spinto da 5 atleti simultaneamente: 1 alle stanghe e 4 in spinta, con la possibilità di sostituire due atleti al km 0.5.

La Gara è a cronometro e la squadra vincitrice sarà quella che effettuerà il percorso nel minor tempo possibile.

Ad accettare la sfida lanciata dall’ Ente Palio i comuni di : Alano di Piave, Altivole, Asolo, Crocetta del Montello, Giavera del Montello (con ben due compagini), Maser, Trevignano e Vidor

Nicola Palumbo: “La Grande Guerra ha avuto un impatto enorme nel nostro territorio. Nell’ultimo anno dedicato alle celebrazioni del Centenario, l’Ente Palio ha ritenuto doveroso ricordare, a suo modo, il drammatico avvenimento bellico.
Il Palio del Centenario, il cui progetto è iniziato nei giorni successivi la fine dell’edizione 2017 del Palio del Vecchio Mercato, porterà a Montebelluna atleti da tanti Comuni del territorio, che ringrazio per la disponibilità e l’impegno. Sarà entusiasmante, ne sono convinto, veder competere atleti da tutto il comprensorio in una gara che seguirà, in modo quasi identico, lo schema tradizionale del nostro Palio.”

L’equipaggio vincitore, come da tradizione del Palio del Vecchio Mercato, riceverà in dono un Drappo, affidato quest’anno all’ artista Maria Chenet, con l’opera “I frutti del Palio”

La seconda iniziativa invece riguarda la Sfilata Storica, ribattezzata per l’occasione “del Centenario”, in programma come da tradizione Domenica 2 Settembre a partire dalle 15.30 e che conterà circa un migliaio di figuranti.

Un momento che ci riempie di orgoglio e ci carica di responsabilità. Ci piacerebbe far vedere, in un grande evento rievocativo, i momenti meno ricordati di una guerra: quelli della donne di casa, impegnate nel portare avanti la famiglia, degli artigiani, dei mercanti, degli ospedali da campo. Ringrazio le Contrade per la disponibilità e la consueta, enorme, passione.”

Per la prima volta nella storia del Palio del Vecchio Mercato, le Contrade della città sfileranno unite da un tema unico: la Grande Guerra. Quella vissuta cent’anni fa nelle stesse vie in cui ora noi passeggiamo, quella di chi non era al fronte, ma doveva comunque provare a sopravvivere, con tutte le precarietà e le sofferenze del caso.

Sfileranno quindi molte donne, quelle che a casa dovevano crescere i figli piccoli e mandare avanti casa e campi, con il pensiero di un marito al fronte che forse non sarebbe mai tornato; quelle che scrivevano lettere ai soldati rimasti senza famiglia, per dar loro un po’ di conforto e un po’ di forza per andare avanti, quelle che cucivano scarpe e vestiti da spedire agli uomini impegnati nel conflitto.

L’intenzione è quella di mostrare cos’è stata la vita nelle immediate retrovie del fronte di combattimento.

Un ringraziamento speciale va a Luca Turchetto, Presidente dell’Associazione Amici del Museo della Grande Guerra di Alano di Piave che coordinerà l’intera sfilata.