Erano i primi di Agosto del 1990 e un buon gruppo di baldi giovani, stava costruendo il nostro centro frazionale, l’Area Verde. Una sera, nel bel mezzo dei lavori, arrivò Odoardo Fero che pose un intrigante domanda ai ragazzi: “Tosati voeu ciapar 5 milioni?” senza pensarci troppo qualcuno rispose “Basta che te me disi cosa far, parchè qua min vol tanti”, Odoardo spiegò l’idea venuta dai Selese, riguardante la corsa; dopo una prima risata scherzosa, il gruppo accettò la sfida e in meno di un mese si allenò per poter spingere 4 quintali di carro, dal municipio alla colonna, senza cambi e per giunta con pantaloni lunghi e camicia! Sotto un caldo che, diciamolo “Sudava anca i morti!”.

Dal 1990 ad oggi i ragazzi ce l’hanno sempre fatta (dovon ancora vinsar i 5 milioni),ma l’impegno è sempre tanto; nel corso delle edizioni sono cambiate tante cose: è stata aggiunta la damigella,poi il mercatino del sabato e inoltre la sfilata storica.
Il simbolo di S.Andrea è la frutta, data la posizione della contrada nel verde della campagna montebellunese, che viene venduta assieme a marmellate e grappe, distillate nella vecchia maniera, al tradizionale mercatino.

Ad oggi l’Area Verde non è più soltanto un punto di ritrovo per il palio, ma vi sono altre ricorrenze come: la sagra a novembre in onore del patrono, il falò della befana e la festa del 1′ Maggio.