Con l‘autunno e i suoi colori
mosto caldarroste e i loro sapori,
e tutte quelle foglie…
il contadino per l’inverno le raccoglie.
C’era chi scendeva a piedi dalla montagna,
con piccoli mestieri, un pezzo di pane si guadagna.

Buon’omo disse un careghetta, ho bisogno di dormire
sono stanco, avete posto nel fienile?
venite nella stalla… “e vide qull‘angolo colorato”
questo sarà il letto profumato.
Al mattino si svegliò e per tanti anni ritornò.

Lontano avete lasciato
le famiglie e la neve sul prato
ma queste cose si raccontavano
e diverse culture imparavano.
Un giorno disse: quest’anno sarà l’ultimo
i miei figli sono grandi e mi aiutano.

Buon‘omo non vi dimenticherò
mi avete ospitato con semplicità
e tanta dignità.
Si strinsero le mani tanto forte
augurandosi la buona sorte.
II contadino disse: potete tornare

e con gli occhi lucidi… ho un buon amico da ricordare.

di Lucia Cazzola